Menu | Contenuto |



Header

Data Base

La ricerca, circoscritta agli ambiti RICERCA, Thesauri-Database-Enciclopedie e Dizionari on line e RICERCA-Civiltà adriatiche, presenta accanto all'attività pluriennale o più recente di centri dedicati allo studio dei temi adriatici anche fondamentali e significativi repertori dedicati all'oreficeria, al lessico e alle tecniche.

RICERCA, Thesauri-Database-Enciclopedie e Dizionari on line

descThesaurus del corredo ecclesiastico di culto cattolico
Il lavoro deriva da quello realizzato nell'ambito di un Progetto internazionale che ha prodotto da parte del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, a cura dell'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, il Cd-rom "Thesaurus Multilingue del Corredo Ecclesiastico" (ICCD, Roma 1999) e da parte del Ministère de la Culture et de la Communication il volume "Thesaurus Objets religieux du culte catholique - Religious Objects of Catholic Faith - Corredo ecclesiastico di culto cattolico" (éditions du Patrimoine, Paris 1999).

Beweb - Beni ecclesiastici in Web
Gli inventari informatizzati dei beni culturali realizzati dalle diocesi italiane a partire dal 1997 d'intesa con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, sono presenti nella banca dati centrale curata dall'Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e dal Servizio informatico della Conferenza Episcopale Italiana.

Banca dati del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale
Nel 1980 venne creata la Banca Dati delle opere d'arte rubate, attraverso la quale possono essere consultati oltre 7.700 beni culturali di valenza artistica tra oggetti ecclesiastici, dipinti, sculture e beni archeologici.
Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, nato nel 1969, opera alle dipendenze funzionali del Ministro per i Beni e le Attività Culturali. E' stato il primo reparto di polizia al mondo ad essere istituito con lo specifico compito di salvaguardare il patrimonio culturale e recuperare i beni d'arte illecitamente sottratti.

Palissy - Database del patrimonio mobile francese
Il database Palissy si inscrive in un insieme coerente e organizzato di cinque basi documentarie (Thésaurus, Mérimée, Mémoire, Archidoc). La base Palissy censisce il patrimonio mobile francese in tutta la sua diversità: "meubles et objets religieux, domestiques, scientifiques et industriels". Esso contiene anche una dettagliata sezione relativa alle tecniche, denominata "Liste des catégories techniques".

Art & Architecture Thesaurus on line
Un database di termini e definizioni per descrivere, indicizzare informazioni nel campo delle arti e dell'architettura curato dal Paul Getty Museum.

Columbia Encyclopedia, 6. ed. 2001-2005
L'enciclopedia è pubblicata dalla New York Columbia University Press e raccoglie circa. 51,000 voci con più di 80,000 ipertesti.

Grove Art Online
Edizione in formato elettronico del The Grove Dictionary of Art, pubblicato in 34 volumi da Oxford University Press: in oltre 45.000 articoli di 6.800 autori, con analisi di tutte le arti (da arti decorative a pittura, scultura, fotografia, architettura, grafica). Il repertorio raccoglie voci biografiche su artisti e personaggi legati al mondo dell'arte e quadri cronologici. Richiede un abbonamento mensile o annuale.

The free Dictionary/Thesaurus by Farlex
La fonte principale è il 1. dizionario Houghton Mifflin e la 4. ediz. dell' American Heritage Dictionary of the English Language. Il Free Dictionary, versione ampliata, contiene 250.000 voci e 30.000 immagini illustrate, etimologie, abbreviazioni, voci bibliografiche. Il Thesaurus abbinato contiene definizioni sussidiarie, sinonimi, parole correlate. Ricerca per voci "precious stone", "jewellery", "gold" etc.

Memofonte
Memofonte, fondata a Firenze nel 2000 da Paola Barocchi, si propose come Associazione la pubblicazione on-line di fonti testuali e figurative rare nell'ambito della storiografia artistica e della storia del collezionismo dal XV al XX secolo. Divenuta Fondazione, dal dicembre 2006, ha come scopo istituzionale quello di offrire aggiornati strumenti di ricerca e archiviazione nel campo dei beni culturali.
Tra i repertori di ricerca consultabili on line:

- Bibliografie e biblioteche d'arte
- Collezionismo Estense - Collezionismo Lorenese - Collezionismo Mediceo
- Collezioni Toscane dei secoli XVI-XIX - Collezionismo di Disegni e Stampe
- Atlanti visivi - Guide - Diari di viaggio
- Glittica - Medaglistica e Numismatica
- Trattati d'arte - Carteggi di storici dell'arte
- Macchiaioli

Gallica
Gallica propone l'accesso a circa 90.000 opere, a più di 80.000 immagini e a più dozzine di ore di fonti sonore. La collezione raccoglie edizioni prestigiose, dizionari e periodici dal Medioevo al XX secolo in forma di facsimile dell'originale come l'Encyclopédie di Diderot et Alambert, Orfèvrerie, joaillerie: [recueil de planches sur les) o in forma testuale.
Le collezioni iconografiche raggruppano fondi eccezionali della Bibliothéque National de France: i fondi Basile (Département des Monnaies, Médailles et Antiques); i Manuscrits enluminés de la BnF (Département des Manuscrits) anche quelli dei libri illustrati de la Réserve des livres rares.

Michael
Michael è un catalogo multilingue del patrimonio culturale europeo che ha l'obiettivo di renderlo accessibile al mondo intero. Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma eTen, che ha l'obiettivo di promuovere lo sviluppo di servizi transeuropei, basati sulle reti di telecomunicazione. La ricerca può essere effettuata per Collezioni digitali, distinte per tema, area geografica e periodo; per Istituzioni, distinte per tipo e area geografica; infine per Servizi, distinti per pubblico di riferimento, per tema, per area geografica, per cultura o civiltà.

 

RICERCA, Civiltà adriatiche

Centro di Antichità Altoadriatiche
Il Centro di Antichità Altoadriatiche è stato fondato nel 1968 dal prof. Mario Mirabella Roberti, già Soprintendente alle Antichità della Lombardia e docente universitario a Trieste, con lo scopo di promuovere incontri di studio e incentivare la ricerca scientifica sulla storia, l'archeologia, l'arte e la linguistica dell'area altoadriatica dalla preistoria al Medioevo. Il Centro è un'associazione culturale senza fini di lucro che si avvale esclusivamente della collaborazione di volontari e che, da ormai più di 30 anni, organizza le Settimane di Studi Aquileiesi e le Giornate di Studio dedicate a singoli centri urbani.

Centro Studi per l'Archeologia dell'Adriatico
Il Centro Studi per l'Archeologia dell'Adriatico, con sede in Ravenna presso il Dipartimento di Archeologia dell'Università degli Studi, costituito nel corso del 2000, ha il fine di promuovere e coordinare le ricerche e gli studi connessi all'antichità di tutto il bacino adriatico.

Centro di Ricerche Storiche di Rovigno
E' una delle Istituzioni della Comunità Nazionale Italiana (CNI) che da oltre 30 anni opera nel campo della ricerca, nell'ambito della storiografia e, di recente, anche della sociologia. Fondato nel 1968 dall'UI (Unione Italiana, ex Unione degli Italiani dell'Istria e di Fiume) l'unica organizzazione rappresentativa della minoranza nazionale italiana che vive in Croazia e Slovenia (ex Jugoslavia), costituisce oggi il solo Ente di proprietà dell'UI e fu creato con lo scopo di avviare un processo di chiarificazioni e di precisazioni sulla storia dell'Istria, che è senza dubbio una delle più complesse e delicate, vista la sua posizione geopolitica, la sua secolare struttura multietnica.

Istituto Regionale per la Cultura Istriano-Fiumano-Dalmata
L'Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata è un' associazione privata costituita per legge della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nel 1983.
La biblioteca dispone di oltre 10.000 volumi ed è un punto di riferimento per ogni ricerca o consultazione nell'ambito della cultura e della storia istriana, fiumana e dalmata. La raccolta comprende dei fondi che provengono da lasciti, donazioni e acquisizioni. L'emeroteca raccoglie riviste, numeri speciali e fogli volanti, editi nel corso dell'Ottocento e della prima parte del Novecento. Si ricordano inoltre le serie complete di periodici semestrali e annuali e di "Atti e Memorie" di Società di Storia Patria o simili istituzioni. Il patrimonio della biblioteca è completato da una consistente raccolta di fotografie e stampe d'epoca.